Indirizzo di Fabio

Indirizzo per infomazioni

 

 

Girone Ritorno campionato LND  2014-2015

GIRONE 36a Giornata

  Delta P.Tolle Rovigo-Rimini 3-0

 

DELTA P.TOLLE ROVIGO: Bianco, Bonaventura (26’ st Acka), Azzolin, Giorgino, Politti, Garbini, Cinti, Capellupo (34’ st Procida), Baldrocco (24’ st Gherardi), Lauria, Pradolin. A disp.: Del Bino, Pandiani, Guiducci, Conti, Dall’Ara e Giuseppe Tedesco. Allenatore. Tiozzo

RIMINI: Barasso, Versienti (1′ st Florio), Verdone, De Martino (1′ st Berardi), Cacioli, Martinelli, Kumih, Torelli, Masini, Gianmarco Tedesco (1′ st Mazzocchi), Gustamacchia. A disp.: Carezza, Calori, Di Maio, Di Nicola, Paganelli e Spinosa. Allenatore: Cari

Arbitro: Di Cairano di Ariano Irpino (Lenarduzzi di Merano e Antonaglia di Roma1).

Reti: 8′ pt Baldrocco, 28′ pt Cinti, 28′ st Lauria

Note: cielo sereno, temperatura primaverile, terreno in discrete condizioni. Calci d’angolo 2-5; ammoniti Gustamacchia, Versienti e Cinti. Spettatori 350

 

36a Giornata - 26 aprile 2mila15
 
Bellaria Mezzolara 0 0
Fiorenzuola Piacenza 2 2
Imolese Ribelle 0 2
Scandicci RomagnaCentro 3 3
Este Fortis Juventus 2 2
Fidenza S.Paolo Pd 2 1
Delta Ptr Rimini 3 0
Correggese Montemurlo 1 1
Formigine ThermalAbano 2 2
Abano Castelfranco 3 2
Rimini 80 Scandicci 45
Correggese 69 Castelfranco 44
Piacenza 68 Mezzolara 43
Delta P. T. R. 68 Imolese 42
Este 65 Fidenza 38
Abano 50 Ribelle 38
Bellaria I.M. 49 RomagnaCentro 35
Fiorenzuola 49 SanPaolo Padova 31
Fortis Juventus 46 Thermal Abano 28
Montemurlo 46 Formigine 28

 

 

 

ROVIGO – Che peccato! Il Delta batte sonoramente la capolista Rimini già promossa in Lega Pro ma deve recriminare per le vicende societarie e tecniche che hanno reso inutile la vittoria ai fini della vittoria finale. Molto più utile invece per la conquista del secondo posto alla luce dei pareggi di Correggese e Piacenza; ora i biancazzurri hanno agguantato i paicentini al terzo posto ad una sola lunghezza dalla Correggese. Purtroppo lontanissimo il Rimini che ha 12 punti in più.

II successo dei biancazzurri è limpidissimo e poco importa se i i riminesi si sono presentati con una formazione largamente rimaneggiata per infortuni e scelte tecniche. Mancavano infatti gli infortunati Pera (bomber del girone con 28 gol all’attivo), Ricchiuti (ex serie A, faro della squadra) e Di Deo (mastino biancorosso) mentre in porta non c’era Dini (classe ’96, portiere della Rappresentativa di serie D cui gli esperti assicurano un gran futuro). Al suo posto a difendere i pali dei romganoli c’era Nicola Barasso, preparatore dei portieri.

Anche il Delta però all’ultimo momento ha dovuto fare i conti col forfait di Gianluca Laurenti, influenzato, oltre che a Bargiggia squalificato. Senza contare che lo stesso Tiozzo ha condotto i suoi da dietro la recinzione a causa della prima giornata di squalific; il tecnico biancazzurro non sarà in panchina nemmeno domenica prossima quando il Delta giocherà ancora in casa contro i fanalino di coda Formigine. Il feeling con Zuccarin comunque è a prova di bomba e lo si è visto.

La partenza dei padroni di casa è tosta e Baldrocco si fa subito pericoloso ma “liscia” la palla da due passi. Non sbaglia però poco dopo quando Capellupo porge a Pradolin sul cui assist Baldrocco fa centro in diagonale; per il mestrino è il quarto gol stagionale. La partenza a razzo della gara fa presagire i fuochi d’artifico ma via via che passa il tempo l’equilibrio regna sempre più sovrano con rare propensioni offensive. Al 38′ il Delta raddoppia: splendido scambio Capellupo-Pradolin; il cross di quest’ultimo trova la testa di Baldrocco, il portiere riminese non trattiene, irrompe Cinti per il 2-0; per lui è il secondo sigillo dopo quello allo Scandicci lo scorso 8 febbraio.

Ad inizio ripresa Cari opera tutte assieme le tre sostituzioni a disposizione e il Rimini ne trae benefici evidenti. I romagnoli menano le danze, anche se in maniera piuttosto soft, impegnando Bianco con Tortelli. Il Rimini segna anche un gol con Martinelli ma Di Cairano annulla su segnalazione dell’assistente che giudica in fuorigioco il marcatiore. Ci prova poi Cacioli di testa (alto) prima del tris deltino al 28′. Spelndida l’azione che vede Gherardi “spizzare” il pallone per Capellupo il cui cross viene perfezionato da Lauria di testa in tuffo. Con questo gol il piccolo trequartista napoletano ha agganciato Cozzolino al vertice della classifica dei marcatori biancazzurri coin 16 gol (1 rigore). Null’altro da registrare sino alla fine

 

 

 
 

    HOME                                                                   

Project Biase Napoli

(RISULTATI DELLA GIORNATA, CLASSIFICA, CALENDARIO),  

SCHEDA TECNICA, GALLERIA FOTO, ARCHIVIO NEWS

biase 2007

Questo sito, senza fini di lucro, non è legato alle squadre o ai siti ufficiali delle stesse.
                                       Tutti i loghi utilizzati sono solo in funzione descrittiva e le immagini appartengono ai legittimi proprietari.